Non essere mai contenti

Non essere mai contenti è un difetto, e pure un difetto del cavolo.
E io ce l'ho.
Inutile negare, sminuire, dare la colpa agli altri o a CandyCandy e Pollyanna che t'hanno traviato l'infanzia. E' proprio che hai un carattere del cazzo.

Quando ho smesso di lavorare dopo i primi 3 mesi di euforia ho cominciato a farmi due palle così. Che dai, non se può campà per pulire-spolverare-cucinare e mettere a posto il casino degli altri, e il lavoro in casa è duro e chi me lo paga, e chi va in ufficio ha un orario mentre io sgobbo tutto il giorno e nessuno lo riconosce perchè alla fine nell'immaginario comune stare a casa = grattarsi la panza, e queste giornate tutte uguali, e non produco niente oltre ai piatti di pasta, e rivoglio lo stipendio che due è sempre meglio di uno e vuoi mettere la tranquillità, e rivoglio lo shopping che non devo rendere conto a nessuno, e rivoglio rapporti sociali quotidiani, e diventerò una casalinga frustrata con capello bianco e ciavatte, e ho sempre lavorato e rinchiusa qua dentro anche no.

Poi ho ricominciato a lavorare e dopo il primo mese di euforia comincio a stressarmi. Che dai non se può campà così, e l'ufficio è duro e per il mazzo che faccio mi pagano la metà, e chi sta a casa si gestisce gli orari mentre io ho scadenze da rispettare per forza e restare sotto le coperte dopo le 7.15 è impossibile, e queste giornate assurde che non sai mai cosa t'aspetta, e produrre solo piatti di pasta in fondo ha il suo perchè-riscopriamo i valori di una volta, e rivoglio il mio relax che alla fine si campava pure con uno stipendio-pensiamo alla qualità della vita anzichè sempre ai soldi, e shopping di che tanto non ho tempo, e le colleghe sono serpi mentre a casa vedi-senti solo chi dici tu, e in fondo puoi essere pure una casalinga carina e curata, e rinchiusa là dentro alla fine non si stava mica tanto male.

Alla fine continuo a propendere per la 2° situazione, infatti il lavoro col cacchio che lo mollo. Però pure fare pace col cervello non sarebbe male. 

19 commenti:



BiancaneveRossa ha detto...

Mi hai fatta morì!!!! Io sto a casa dopo esser stata licenziata all'anno di età di mia figlia..( e così per libera scelta ci siamo fatti immediatamente il secondo figlio!)ormai sono a casa da 7anni....e mi chiedo "ma come si fa a fare tutte le cose di casa andando anche a lavoro? e se lavorassi dovrei avere comunque qualcuno che mi prenda i bambini a scuola alle 16.30....e dovrei pagare per questo servizio...più dovrei pagare un babyparking o una baby sitter per il resto del pomeriggio.....e alla fine tolte le spese del trasporto da e per il lavoro....che caz mi resta????" Bè me ne sto a casa a fare millemila cose ogni giorno e per il tempo che mi resta lavoro con il Fimo e raggranello qualche soldino extra! Yehaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
Bacione

LadySmith ha detto...

Eh! Di queste cose ne abbiamo straparlato e so per certo che tra qualche mese farò esattamente i tuoi stessi discorsi.. Poi però penso a Mr. BrazzettoCorto e mi dico: "massì và, il lavoro mi serve, mi scocciava dipendere da mio padre figuriamoci da qualcun'altro!!"
Ovviamente il guardarsi intorno in cerca di un part-time rimane!

SkinnyGirl ha detto...

@BNR per me è una questione di indipendenza in tutti i sensi (di soldi e di testa). Fortunatamente lavoro part-time e ho rinunciato a roba strapagata per cui avrei dovuto dire addio alla vita familiare...ma cmq è difficile, le cose da fare sono tante e lo stress si accumula. La tua attività col fimo è l'ideale, concilia TUTTO, hai avuto un'idea geniale!
@Lady infatti, lascio le cose come stanno perchè non dipendere da nessuno non ha prezzo. E con gli Scrooge-brazzetti corti che abbiamo in casa, ne ha ancora meno ;-D

Ely75 ha detto...

A lavoro sicuro .
A casa si sta bene ogni tanto , fà comodo qualche ora o giornata libera x riordinare casa con calma , ma la casalinga e mamma full time ANCHE NO !!!
Anche marito dice che son meno stressata quando vado al lavoro ;)

Ely75 ha detto...

A lavoro sicuro .
A casa si sta bene ogni tanto , fà comodo qualche ora o giornata libera x riordinare casa con calma , ma la casalinga e mamma full time ANCHE NO !!!
Anche marito dice che son meno stressata quando vado al lavoro ;)

Ely75 ha detto...

A lavoro sicuro .
A casa si sta bene ogni tanto , fà comodo qualche ora o giornata libera x riordinare casa con calma , ma la casalinga e mamma full time ANCHE NO !!!
Anche marito dice che son meno stressata quando vado al lavoro ;)

Ely75 ha detto...

A lavoro sicuro .
A casa si sta bene ogni tanto , fà comodo qualche ora o giornata libera x riordinare casa con calma , ma la casalinga e mamma full time ANCHE NO !!!
Anche marito dice che son meno stressata quando vado al lavoro ;)

SkinnyGirl ha detto...

@Ely io quando ho smesso all'inizio sono stata benissimo, mi pareva un sogno avere il tempo di fare la spesa con calma, seguire Nano in tutto, curare le piante, cucinare piattini + sfiziosi...ma è durata poco e mi è pesato sempre di più. Ora naturalmente c'è il rovescio della medaglia, come si dice "hai voluto la bici e mo' pedali" :-D

liberamente ha detto...

ho le tue stesse paranoie... ma io mi sono posta il limite.

Appena saldiamo il mutuo mi rimetto a fare la casalinga, mamma, zia, moglie e figlia a tempo pieno.

La dimensione casalinga mi manca un sacco, macchè fimo e fimo, io non voglio un secondo lavoro.. lavoro per lavoro mi tengo quello per cui mi pagano pure i contributi no?

:-P

Mancano solo 12 anni. Ce la posso fare.

:/

SkinnyGirl ha detto...

@Libera se lo sentissi dire da chiunque penserei "non ci credo".
ma tu non sei chiunque.
sei una donna a parte :-***

liberamente ha detto...

:-*
:-*
:-*

quando spegneremo il mutuo daremo una festa, ma che dico una festa, una festona, un party che George se lo sogna,

[devo resistere ancora per poco...]

:-)

BiancaneveRossa ha detto...

@Liberamente
Anche io avevo un ottimo lavoro con i contributi, e 7 anni fa per 22h settimanali prendevo circa 750€...non era male per nulla!Sono stata licenziata e, data "l'ingombrante" presenza della bambina, non mi ha assunta più nessuno, anche se avevo 15 anni di esperienza!
Io adesso sto facendo qualche soldo con i lavoretti di Fimo...Mi da soddisfazione e posso farlo a casa...Non sarà mai uno stipendio...ma questo me lo sono imparata da sola e questo solamente posso fare per l'età che ho( ma chi mi assumerebbe mai?) e per la situazione familiare che ho! ....C'aggi' a fà? :-)

SkinnyGirl ha detto...

@BNR vado un po' OT ma senti questa: sai che prima di avere Nano io e Marito avevamo pensato di trasferirci a Cagliari?? :-D
è una bellissima città dove si vive bene, non piccola come un paese ma non dispersiva come Roma, tra l'altro conosciamo tante persone quindi non avremmo dovuto rifarci le amicizie da capo...c'abbiamo fatto più di un pensiero...abbiamo mollato l'idea proprio per il lavoro che era troppo difficile trovare...però c'è sempre rimasto il desiderio ^_^

BiancaneveRossa ha detto...

hahahaahhahaahhaahhahaha ma tu lo sai che invece noi per motivi lavorativi di mio marito abbiamo la spada di Damocle per un suo trasferimento a Roma...o Rieti...o La spezia..o altre città?
Sono in depressione piena...non credo di potermene andare da qui senza morire durante il viaggio....Non posso andare via dalla Sardegna!!!!
La bellissima Cagliari è una città davvero davvero a misura d'uomo...c'è di tutto e di più...abbiamo il mare a 10 minuti d'auto e servizi di ogni genere. I prezzi di tutto sono più accessibili che in continente. Si sta benissimo con il clima e la gente è tutta ospitale e benevola!
Peccato che non ce l'abbiate fatta!!!! Qui si sta beneeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee non me ne voglio andareeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

SkinnyGirl ha detto...

Oddio ma davvero??
allora La Spezia non ho idea, non ci sono mai stata.
Roma sì venendo da Cagliari temo vi prenderebbe un colpo. alcuni nostri amici l'hanno fatto (da soli o in coppia però, senza figli) ragazzi giovani-abituati a girare, alla fine si sono trovati bene ma l'impatto è stato abbastanza snervante...e cmq dipende molto dal quartiere.
però certo 10.000.000 volte meglio di Rieti manco a dirlo, piuttosto mi farei tumulà in un sarcofago.
oh speriamo che alla fine non lo trasferiscano :-D

laChiari ha detto...

Io lavoro da casa part-part-time per una miseria.

In che contesto mi inserisco?

SkinnyGirl ha detto...

ahhhhh il part-time da casa è sempre stato il mio sogno!! mi sono pure informata eh, ma in effetti non si guadagnava...

chicchiscedda ha detto...

eeeh già, non siamo mai contente... la via di mezzo mi sa che rimane sempre il part time...

ps: a me Cagliari piace, ma non ci vivrei mai, troppo caotica, tutto di fretta, traffico pauroso... e di certo come in tutte le città, non si può dire che siano tutti così cordiali e ospitali...

BiancaneveRossa ha detto...

Ma noooo dai!Cagliari non ha un traffico pauroso e caotico Chicchiscedda!!! Rispetto a mille altre città qui si sta benissimo! A me è capitato più volte di non trovare una via e di venire addirittura accompagnata dalla persona a cui avevo chiesto l'info! I cagliaritani non sono tutti cordiali...hehehehehehe anche qui qualche strxxx c'è! ma è l'idole dei sardi esserle ospitali!!! Chiaro che poi dipende da quale posto uno proviene. Se io abito a Roma vedrò Cagliari molto vivibile! se abito in un posto più piccolo allora vedrò la cosa ribaltata...In centro città non ci abiterei MAI nemmeno io, ma per una questione di abitudine mia! Non mi piace stare in un posto dove c'è il problema del parcheggio e dello scarico delle auto! Bacio Chicchiscedda bedda bedda! :-)